mercoledì 24 maggio 2017

Beauty Address



Recentemente ho visitato il salone di bellezza Franco & Cristiano  Russo in un palazzo d'epoca nei pressi di Piazza di Spagna.

Sono stata accolta da Cristiano Russo che mi ha consigliato Olaplex, un trattamento per i capelli che li ha resi morbidi e lucenti per una riparazione a lunga durata. Adatto per chi ha i capelli danneggiati o trattati, si può fare prima della colorazione e anche qualche settimina dopo per fortificare i capelli.
Inoltre, il proprietario mi ha proposto un cambio di look, il long-bob , taglio molto in voga in questa stagione. Capelli della lunghezza media pari con la riga laterale. Mi ha spiegato anche che il long-bob è uno di quei tagli che sta bene più o meno a tutte le donne con viso ovale, triangolare o rettangolare, meno indicato per visi tondi e quadrati.
Si possono portare delle modifiche al taglio, infatti, si possono portare più lunghi e un po' più mossi, con riga centrale e qualche scalature  per creare più volume.
Una delle tendenze da seguire per questa estate è Tiger Eye hair, una colorazione che si ispira alle calde sfumature dell'occhio di tigre, una pietra dorata dalle più varie sfumature del marrone e dell'oro. Perfetta per le castane. Mi ha fatto anche una consulenza sulla colorazione in base al mio incarnato e al colore dei miei occhi. Un castano scuro con schiariture. In questo salone ogni servizio è su misura del cliente in base alle loro necessità ed esigenze attraverso un attento studio.

La loro eccellenza si manifesta grazie all'esperienza pluriennale e alla tradizione familiare tramandata di generazione in generazione da padre a figlio. Infatti, il  salone Franco Russo è protagonista dal 1968 nel centro storico romano, è un punto di riferimento sia per chi ricerca trattamenti di qualità  e sia per chi segue le tendenze e vuole stupirsi.

L'immagine della donna proposta da Franco e Cristano Russo è quella dell'emancipazione estetica e della soddisfazione per il successo ottenuto.

I saloni di Cristino e Franco Russo si trovano in via Frattina 99 e in via Siacci 40  dove si eseguono trattamenti di parrucchiere ed estetica. Tra i trattamenti per i capelli da provare vi consiglio anche quello alla Keratina, Pro-Fiber e Hairmed al collagene in esclusiva nel Lazio in questo  salone.


http://francorussoparrucchiere.it















martedì 11 aprile 2017

Cult Trench Coat / How to Wear aTrench Coat




EN. In 1901 United Kingdom war Office asked to Thomas Burberry a design for an Army officer's raincoat in Crimean War, so the name Trench Coat. Thench coats have remained fashionable in the decades following World War II thanks to movies Casablanca and Breakfast at Tiffany's.  

How to wear a Trench Coat: red trench, stripes, jeans, heels or boots. It is a perfect Spring outfit.

IT. Il ministero per la guerra inglese chiese a Burberry di produrre impermeabili ad hoc per i soldati impegnati nella guerra in Crimea: da qui Trench Coat , cappotto da trincea. Era il 1901 e da allora il trench è diventato un must  e un capo immortale grazie anche al cinema con il film Casablanca prima e poi con Colazione da Tiffany. Poi gli stilisti hanno fatto la loro parte riproponendolo in molte varianti, Gautier ne fece una versione couture e Valentino lo impreziosì con ricami.

Un'idea per indossare il trench Coat : Trench rosso, righe , jeans , tacchi o stivaletti. Adatto per il periodo primaverile.










I wear :
Terranova Trench Coat
Alcott jeans
H&M t-shirt and accessories

venerdì 17 marzo 2017

The Ultimate Guide to Spring/Summer 2017


EN. Tropical and greenery coulors.
Spring 2017 a wardrobe combined with botanical  prints and Tropical blossom everywhere: from Dolce & Gabbana, Blugirl, Tory Burch to Balenciaga.
Dolce & Gabbana show us a travel to the make believe Italian Tropic, where icons traditionally associated with Italy like pasta a superstitius symbols mix with an overall Holiday mood punctuated by cocktails, ice cream and sequins.

Indeed, American East Coast meets West Coast for Tory Burch. It is contrast : graphic motifs and engigneered prints, pearls and macramè and bohemian mood.



Spring -summer trends are:

- 1980s;
-sporty;
- greenery ;
-tropical prints;
-pink and eye-popping fuchsia   like Valentino, Rochas, Delpozzo e Bottega Veneta;
-stripes, from Ermanno Scervino to Balenciaga;
-botanical prints, (Sixties and Ken Scott inspiration) for Chloé and Miu Miu;
-big details;
-eclectic folk;
-Cuban mood;
-Bird life,
-spotted;
-lithograph stories,
-tapestry.





IT Piccola guida della moda spring/summer 2017 .
Cosa andrà di moda in questa primavera? 

Il guardaroba della primavera estate 2017 combina stampe botaniche a fiori tropicali da Dolce & Gabbana, Blugirl, Tory Burch a Balenciaga.

Dolce & Gabbana ci porta in viaggio verso l'immaginario Tropico italiano, dove le icone tradizionalmente associate all'Italia come la pasta e i portafortuna incontrano l'atmosfera di vacanza, scandita da cocktail, gelati e paillette.
Invece, Tory Burch ci porta dalla East Coast americana  alla West Coast. E' un contrasto di motivi grafici, stampe, perle, macramè e stile bohemian.

I must sono:

- anni '80
-sporty
- verde, per omaggiare il colore dell'anno, ossia pantone greenery, per ispirazione vedi  Gucci e Etro;
-tropicale (vedi Dolce & Gabbana e Blugirl)
-rosa, visto sulle passarelle di Valentino, Rochas, Delpozzo e Bottega Veneta;
-righe in stile camicia da Ermanno Scervino a Balenciaga, un dejà vu della collezione di Ralph Lauren;
-stampe botaniche un po' Sixties e un po' alla Ken Scott proposte da Chloé e Miu Miu;
-dettagli maxi
-eclectic folk;
-Cuban mood;
-maculato;
-litografie.








Rani Zakhem


Rani Zakhem

Dolce & Gabbana



Dolce & Gabbana

Dolce & Gabbana
Dolce & Gabbana
Dolce & Gabbana
Dolce & Gabbana

Dolce & Gabbana

Dolce & Gabbana
Tory Burch

Anna Sui

Anna Sui
Chanel
Chanel
Dior
Dior

Dior
Elie Saab


Georges Hobeika
Georges Hobeika

Fendi
Valentino
Versace

Zuhair Murad
Zuhair Murad
Marchesa

domenica 12 marzo 2017

Fashion Connection Lounge . Designers Vs Bloggers

La terza edizione di Fashion Connection Lounge (Designers Vs Bloggers) organizzata da Stylebook si è svolta  sabato 4 marzo presso OsClub (Roma).



Stilisti emergenti hanno presentato le collezioni al pubblico e si sono confrontati con le fashion blogger: Laura Limone, Michela Abati, Alessia  Aleo, Chiara Angiolino, mentre Claudia Giordano ha coordinato gli interventi.

I giovani designers, che hanno sfilato sotto la direzione artistica di Federica Bernandini, sono: Myriam Lo Prete, Valentina Pagliacci, Pinda Kida, Harriet Lind, Emanuela Zanchetta (Ela), Maria Cristina Vespaziani, Lucrezia Rinaldi e Marcella Milano. La sfilata è stata presentata da Elena Travaini, la bravissima ballerina affetta da  una grave disabilità visiva , nota al grande pubblico per la sua partecipazione come ospite a Ballando con le Stelle 2016.


Sarei dovuta essere presente alla serata come blogger, ma non è stato possibile per motivi di salute.

Vi lascio con qualche foto della serata e degli abiti.









L'evento è  stato organizzato da StyleBook www.stylebook.it, il social network della moda che opera come associazione culturale per l'incontro tra artisti e e operatori appartenenti a campi creativi diversi.

Fashion Connection Lounge 3.0 - Designers vs Bloggers



Direzione artistica e regia della sfilata: Federica Bernardini
Assistente alla regia: Raffaele Stoico
Make-up: Anastasia Arena e Marta Staglianò
Fotografie: Martina Mammola
Comunicazione: David Cirese
Partner:
NIBI: Neri Italiani - Black Italians
Blindly Dancing - Danzare ad occhi chiusi


Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Amazon